Come si pratica

ISTRUZIONI PER L’USO

Come mi oriento nel bosco? Come uso la bussola? Come valuto le distanze?

E’ più facile di quanto si possa credere, ma bisogna sapere come fare. Di seguito qualche veloce istruzione per metterti nelle condizioni di iniziare una gara promozionale di orienteering. Leggi, prova, e sei pronto per partire.

LA LETTURA DELLA CARTA TOPOGRAFICA

La carta topografica per le gare di orienteering è una rappresentazione simbolica e ridotta del territorio che rappresenta.

Simbolica perchè si esprime attraverso simboli (ad esempio un puntino nero rappresenta un sasso di dimensioni notevoli, un rettangolo nero rappresenta un edificio, una linea azzurra un corso d’acqua, e così via.

Ridotta perché è in scala, generalmente 1:5.000 o 1:10.000. La scala, sempre stampata sulla carta, è importante soprattutto per la valutazione delle distanze.

Di seguito la simbologia adottata internazionalmente per le gare di orienteering nel bosco, con la relativa spiegazione.

Come si partecipa

GARA A SEQUENZA LIBERA NEL BOSCO

Gara a sequenza libera significa che i punti da individuare nel bosco non devono essere trovati in ordine, ma che l’ordine con cui raggiungere i punti di controllo è libero. Con l’ausilio della cartina ti dovrai orientare per raggiungere tutti i punti indicati sulla cartina nel modo più veloce.

Dal pulsante qui sotto potrai consultare (o scaricare) le istruzioni precise per partecipare ad una gara a sequenza libera.

GARA A SEQUENZA OBBLIGATA (PERCORSO CLASSICO)

Il percorso di gara classico (a sequenza obbligata), è costituito da partenza, punti da trovare e arrivo uniti da una linea. Il tragitto tra un punto e l’altro è libero e senza alcuna segnalazione sul terreno. Il divertimento sta proprio qui, nel trovare più rapidamente possibile i punti valutando qual’è il tragitto più veloce. Tutto questo richiede abilità nell’interpretare la carta topografica.

I segnaposto, chiamati “lanterne”, da trovare con l’ausilio della carta topografica.